Le origini della Quintana

Le origini della ormai famosa giostra risalgono al IX secolo in occasione dell’ invasione araba in Italia. Le modalità dei tornei di allora non erano prettamente come quelle in vigore oggi, anche perchè l’abilità dei cavalieri in gara veniva misurata attraverso una giostra che consisteva nel centrare una statua di legno rappresentante il nemico saraceno fra gli occhi o sulla fronte; se si colpiva un’ altra parte del corpo della statua, questa girava su stessa e con una sciabola colpiva il dorso del cavaliere. Una documentazione vera e propria a testimonianza di questi tornei si ha a partire dal 1448, fino a quando all’ inizio del 1600 i cavalieri non gareggiavano più simbolicamente contro il nemico saraceno, ma al fine di conquistare l’ onore e le attenzioni di “nobilissima et gentilissima dama”. Ad organizzare le giostre erano i sei priori della città di Foligno, ovvero i rappresentanti di quella che oggi è la Giunta comunale; i cavalieri erano i giovani nobili; il 10 febbraio del 1613 per la prima volta la gara si svolse in Piazza Grande, e così continuò fino a quando arrivà la guerra nei primi anni del ‘900.

Il 25 luglio del 1946 fu un giorno storico per la città di Foligno, perchè il torneo riprese a svolgersi cessata la Seconda guerra mondiale per risollevare gli animi dei folignati e per festeggiare un anniversario della Società di mutuo soccorso: venne denominato Giostra della quintana, ispirandosi alla manifestazione cavalleresca che avvenne nel 1613. A partecipare furono dieci cavalieri di Foligno eletti dai propri rioni a difendere il prestigio e il valore della contrada. Ci sono dieci rioni che partecipano alla giostra: Ammanniti, Badia, Cassero, Contrastanga, Croce Bianca, Giotti, La Mora, Morlupo, Pugilli, Spada e la gara, divisa in tre tornate, consiste nell’ affrontare un percorso a forma di “8” lungo 754 metri nel minor tempo possibile cercando di infilare con una lancia degli anelli di diametro variabile sorretti da una statua lignea rappresentante un guerriero, la cosiddetta “quintana“.
Una gara avvincente ed emozionante resa ancor più spettacolare da penalità che possono compromettere le prestazioni dei cavalieri. La quintana si svolge al Campo de li giochi a Porta Romana, Foligno.
Per ulteriori informazioni sulle regole della giostra visitate la pagina del regolamento.